Vediamo alcuni semplicissimi modi per riappropriarci della gestione dei nostri risparmi in modo efficace:

Analizzare bene come si spende il proprio denaro. Bisogna capire bene quali sono le uscite durante il mese e quindi avere una fotografia precisa di dove e come si spende. Basta prendere carta e penna e iniziare a fare un elenco di voci che incidono sul nostro bilancio familiare. Dopo aver diviso in macro categorie le spese (ad esempio spese per la casa, alimenti, viaggi, vestiti, cene, sport e varie) occorre analizzare in modo critico la situazione e porsi qualche semplice domanda.

Porsi degli obiettivi precisi. Adesso che la situazione è più chiara occorre iniziare a cambiare il proprio comportamento iniziando a porsi degli obiettivi precisi. Tutti noi abbiamo delle esigenze/sogni che desideriamo soddisfare. Quello che è importante fare è utilizzare un approccio rigoroso e scientifico al tema. Questo deve valere sia per i macro obiettivi (come cambiare casa, comprare una nuova auto, andare in vacanza) sia per gli obiettivi più piccoli come, ad esempio, comprare un vestito nuovo.

Conto economico e stato patrimoniale. Il passaggio successivo è quello di creare il proprio conto economico (entrate e uscite) e il proprio stato patrimoniale (quello che possediamo. L’importante è avere sotto controllo la situazione. Risulta essere importante ricordarsi che ci possono essere delle spese impreviste (ad esempio multe, manutenzione straordinaria, spese per la salute) e quindi serve tenere un conto d’emergenza che in condizioni ottimali deve corrispondere a circa sei stipendi mensili. Per scrivere il documento è possibile utilizzare questo modello di bilancio famigliare Excel.

Risparmio. Una volta che si conosce meglio il proprio rapporto con il denaro e si ha ben chiaro come e dove spendere, sarà più facile riuscire a risparmiare. Il risparmio fa sentire più ricchi. Questa è la chiave per raggiungere i propri sogni futuri e vivere con la concreta possibilità di realizzarli. Un modo semplice è quello di iniziare con dei soldi su un conto corrente e poi fare un PAC, un piano di accumulo, su un fondo in un’ottica di lungo termine.

Molto interessante.


read more