Mutuo Fondiario – Significato e Definizione

l mutuo fondiario si distingue dal mutuo ipotecario, forma di finanziamento per l’acquisto della casa più conosciuto in quanto più utilizzata dalle banche, principalmente per due fattori : la durata che deve essere a medio o lungo termine (per medio o lungo termine si intende una durata minima di 18 mesi) e l’importo del finanziamento che non deve essere superiore all’80% dell’importo erogato.
Questa forma di finanziamento è regolata dal “Testo unico delle leggi in materia bancaria e creditizia” del 1993 e in particolare dagli articoli 38 e 42.

Nel caso in cui il cliente necessiti di un finanziamento di un importo superiore all’80% del valore dell’immobile sarà necessario richiedere invece un mutuo ipotecario.
Nella prassi quotidiana il mutuo ipotecario è quello più utilizzato in quanto è molto ricorrente la necessità da parte di chi compra casa di avere finanziamenti importi più alti a causa di mancanza di liquidità.
All’atto della stipula del mutuo fondiario per l’acquisto di un’abitazione viene sempre iscritta un’ipoteca di primo grado sull’immobile finanziato.Gli interessi passivi possono essere detratti dal reddito nel caso la casa acquistata sia adibita a prima casa.

I vantaggi per il cliente sono soprattutto relativi alle minori spese notarili all’atto della stipula e ai minori oneri catastali rispetto ad altre forme di mutuo come quello ipotecario.
Inoltre una volta estinto almeno un quinto del debito totale il richiedente può richiedere la riduzione della somma che è stata iscritta a ipoteca.Questa richiesta va sempre fatta esplicitamente e per iscritto, in quanto non si tratta di una procedura automatica e difficilmente sarà la banca a consigliarvi di effettuarla.

Il mutuo fondiario può essere richiesto, oltre che per l’acquisto di un abitazione anche per la ristrutturazione della stessa (anche in questo caso è possibile detrarre gli interessi passivi in caso si tratti di prima casa) e infine come finanziamento utile all’avviamento di una nuova attività professionale.
Nel caso in finanziamento non venga richiesto per l’acquisto o ristrutturazione di una casa sarà comunque sempre necessario fornire delle garanzie reali su un immobile, sul quale andrà iscritta l’ipoteca di primo grado.

In alcuni casi particolari possono essere richieste e prestate anche garanzie integrative come fideiussioni bancarie da parte di terzi, polizze assicurative o obbligazioni, nel caso l’ipoteca sull’immobile non sia sufficiente per la banca a coprire il rischio dell’operazione.

Il consiglio quindi, se avete la fortuna di avere una buona percentuale di liquidità, è di farvi fare preventivi da diverse banche e di chiedere esplicitamente se hanno la possibilità di offrirvi un contratto di mutuo fondiario, in modo da poter attentamente confrontare le condizioni contrattuali e poter scegliere la soluzione più conveniente per voi.


Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *